FAQ

Le risposte alle domande che più frequentemente ci fanno i nostri utenti

Dal punto di vista dell'utente finale (il cittadino dell'Amministrazione), il sistema CINECA OpenWiFi è trasparente. Il cittadino si collega all'hotspot del servizio WiFi dell'Amministrazione, crea un'utenza con nome utente e password, e immediatamente dopo può navigare. Nome utente e password vengono riutilizzati in tutte le connessioni successive del cittadino.

A livello di infrastruttura, il servizio CINECA OpenWiFi opera in modalità "cloud". Vengono configurati dei server centrali nel Data Center di CINECA a Roma, che si occupano della gestione di tutta l'intelligenza dell'infrastruttura: registrazione utenti, autenticazione, log, portale web personalizzato per l'Amministrazione.

Gli unici elementi dell'infrastruttura presenti nel territorio dell'Amministrazione sono gli hotspot, che una volta alimentati e collegati alla rete Internet (anche tramite una semplice connessione ADSL commerciale, non è necessaria una connessione dedicata) si collegano ai server centrali, si configurano automaticamente e sono immediatamente utilizzabili.

 

Sì. In questo modo, il servizio WiFi pubblico non intasa la banda di chi offre la connettività “ospitante” (ad esempio, se si vogliono installare hotspot presso i servizi commerciali che già hanno una connessione per uso interno).

Sì. Per default, ogni utente può navigare per 1 ora al giorno oppure usare un massimo di 300MB di banda, ma questi parametri sono personalizzabili. E' da notare che la federazione Free Italia WiFi richiede alle Amministrazioni aderenti di fornire dei minimi di tempo e banda.

Sì, è possibile aggiungere una personalizzazione al portale di accesso (captive portal), con contenuti specifici per l'Amministrazione (ad esempio nome, logo e ultime news).

Sì, è possibile definire un numero limitato di siti (“walled garden”) per accedere ai quali non c'è bisogno di autenticazione.

In generale, CINECA OpenWiFi include la connettività ad Internet dei sistemi centrali (che raccolgono tutto il traffico generato dagli utenti del servizio), ma non la connessione degli hotspot. Alla loro installazione, gli hotspot devono essere alimentati e collegati alla rete Internet (anche tramite una connessione ADSL commerciale, ad esempio).

Sì, è possibile. Vanno usati specifici hotspot. E' da notare che modem, SIM e abbonamento di telefonia mobile vanno procurati a parte.

No, gli hotspot devono avere il firmware specifico di OpenWISP, che può essere installato solo su determinati modelli.

Gli utenti del servizio WiFi pubblico dell'Amministrazione si collegano a un hotspot. Il loro traffico viene trasportato attraverso una VPN (separato quindi dal resto del traffico della connessione Internet alla quale l'Access Point è attestato) verso i sistemi centrali di CINECA, che provvedono a inoltrarlo su Internet.

Sì. E' possibile effettuare un'installazione dedicata, con accorgimenti di sicurezza e di banda che andranno discussi con lo staff CINECA. E' importante comunque notare che CINECA dispone di un Data Center ad alta affidabilità, con collegamento ridondato ad Internet ed una capacità di banda di 300 Mbps, scalabile a 2 Gbps.

La situazione va studiata caso per caso. Vanno chiariti i dettagli tecnici per valutare la fattibilità ed eventualmente formulare un'offerta per l'integrazione della vecchia installazione.

L'Amministrazione può consultare statistiche relative al numero di utenti registrati, al traffico ed agli accessi giorno per giorno.

Qui di seguito è possibile consultare un video che dà una panoramica del sistema di monitoraggio di OpenWiFi.

Il supporto “di primo livello”, ovvero l'interfaccia diretta con gli utenti del sistema, viene in genere gestito direttamente dall'Amministrazione. Di norma, CINECA prevede nel servizio OpenWiFi per il primo anno di attività il supporto “di secondo livello”, che copre questioni di sistema più avanzate.
Nel caso di esigenze specifiche, CINECA e l'Amministrazione possono anche accordarsi sulla gestione del supporto di primo livello.

E' disponibile della documentazione nella sezione "Documenti" della pagina OpenWiFi di questo sito. In particolare, è disponibile un manuale tecnico con una descrizione dettagliata del servizio.

Per qualsiasi ulteriore dubbio, non esitate a contattarci.

Esistono più modi per registrare gli utenti. La modalità primaria è tramite telefono cellulare: l'utente compila una form fornendo il suo numero ed effettua una chiamata di conferma (senza costo). L'utenza è attivata immediatamente.

In alternativa, è possibile registrare gli utenti presso un “desk” apposito (o ad esempio, presso un ufficio informazioni o ufficio del turismo locale).

E' bene notare che con questo servizio l'Amministrazione non è responsabile dei dati personali degli utenti. Sarà CINECA a farsi carico di questa responsabilità. In ogni caso, la normativa che in Italia richiede l'identificazione degli utenti per l'accesso a servizi Internet non è stata interamente cancellata, per cui gli utenti vanno ancora identificati.

Per la registrazione via numero di telefono cellulare, è possibile usare solo numeri di cellulare italiani (che tuttavia possono essere stati registrati da cittadini stranieri). Alternativamente, è possibile registrare cittadini stranieri tramite “desk” con operatori, che immetteranno nel sistema il documento di identità dell'utente.

L'utente può verificare la quantità di traffico usato, le ultime sessioni di collegamento ed i suoi dati personali.

Sì, è possibile definire un numero limitato di siti (“walled garden”) per accedere ai quali non c'è bisogno di autenticazione.

Nulla. La registrazione degli utenti è gratuita sia per l'Amministrazione che per gli utenti. Il sistema non si basa sull'invio di SMS, bensì su una chiamata di conferma che l'utente fa ad un numero. Il numero di telefono dell'utente (caller-id) viene registrato per la conferma e la chiamata viene chiusa, per cui rimane gratuita.

No. Formalmente il servizio è fornito da CINECA, che dispone di autorizzazione alla fornitura di accesso Internet da parte delle Autorità competenti. CINECA è anche il depositario dei dati personali degli utenti del sistema.

In generale, CINECA OpenWiFi include la connettività ad Internet dei sistemi centrali (che raccolgono tutto il traffico generato dagli utenti del servizio), ma non la connessione degli hotspot. Alla loro installazione, gli hotspot devono essere alimentati e collegati alla rete Internet (anche tramite una connessione ADSL commerciale, ad esempio).

Il calcolo del costo della soluzione dipende non solo dal numero di hotspot da installare, ma anche dal numero previsto di utenti, dalla banda necessaria e dalla personalizzazione richiesta. Per questo consigliamo di contattarci per approfondire le esigenze e trovare una soluzione adeguata.

Nulla. La registrazione degli utenti è gratuita sia per l'Amministrazione che per gli utenti. Il sistema non si basa sull'invio di SMS, bensì su una chiamata di conferma che l'utente fa ad un numero. Il numero di telefono dell'utente (caller-id) viene registrato per la conferma e la chiamata viene chiusa, per cui rimane gratuita.

Il supporto “di primo livello”, ovvero l'interfaccia diretta con gli utenti del sistema, viene in genere gestito direttamente dall'Amministrazione. Di norma, CINECA prevede nel servizio OpenWiFi per il primo anno di attività il supporto “di secondo livello”, che copre questioni di sistema più avanzate.
Nel caso di esigenze specifiche, CINECA e l'Amministrazione possono anche accordarsi sulla gestione del supporto di primo livello.